Sapone naturale con sale dell'Himalaya con processo a freddo - come fare?

60 min
Avanzato
Sapone naturale con sale dell'Himalaya con processo a freddo - come fare?
Sapone salino realizzato con procedimento a freddo e colorato con polvere di radice di robbia, indaco e olio di olivello spinoso. Realizzatelo con Vierka di PURR IS ON. La ricetta è accompagnata da un video e da un ottimo procedimento: date un'occhiata! Ulteriori informazioni
Ingredienti per questa ricetta<p>Olio di coccoOlio d'olivaBurro di bambùOlio di ricinoSale dell'HimalayaLatte di cocco in polvereSetaSeta d'avenaLattato di sodioVitamina EOlio essenzialeColorante
Puoi acquistare i singoli ingredienti proprio sotto la procedura
Descrizione

Se siete alle prime armi, prima di iniziare a fare questo sapone, vi consiglio di provare prima qualche ricetta più semplice per fare esperienza. È un viaggio emozionante e gioioso, in cui potrete godere dei progressivi miglioramenti e avere sempre un sapone con cui rendere felice qualcuno. Sarebbe un peccato saltare questa fase, procurarsi un dispiacere fallendo e rovinare ingredienti preziosi.

Le belle ricette per il primo sapone si trovano qui - Facciamo il primo sapone con Zdenicka.

Garantire sempre la sicurezza e l'igiene nella produzione. L'idrossido di sodio, se maneggiato in modo non corretto, può essere molto pericoloso.

Il sapone con il sale è una cosa fantastica. È meravigliosamente cremoso e delicatamente esfoliante. Se decidete di farlo, non ve ne pentirete. È molto duro e dura più a lungo sotto la doccia rispetto al normale sapone, il che è un bel vantaggio. Tuttavia, deve essere lasciato maturare come tutti i saponi veri e propri. Consiglio almeno 4, idealmente 8 settimane.

Io ho usato il sale dell'Himalaya, ma potete usare anche il sale marino, basta che sia "puro", cioè senza additivi (ad esempio lo iodio). Evitate i sali che contengono altri minerali, come il sale di Epsom o il sale del Mar Morto. Il sapone sarà molto morbido con questo sale.

La mia ricetta prevede l'utilizzo del 26 di sale in peso degli oli, ma è possibile utilizzarne di più. Se volete, potete aggiungere il 100 di sale rispetto al peso degli oli. Consiglio di utilizzare sale finemente macinato per rendere il sapone gradevole.

Poiché il sale riduce il potere schiumogeno del sapone, si utilizza un alto contenuto di olio di cocco, che a sua volta aumenta il potere schiumogeno. Per evitare che l'elevato contenuto di olio di cocco secchi la pelle, è necessario aumentare il contenuto di olio "supergrasso" o non saponificato. Nella mia ricetta, il "supergrasso" è del 20.

La ricetta (oli, acqua, idrossido di sodio) non è volutamente indicata in grammi, ma a titolo indicativo, in modo da poterla regolare in base alle dimensioni dello stampo. Tuttavia, è sempre consigliabile utilizzare uno dei calcolatori di sapone.

Consiglio di dosare gli additivi secondo le raccomandazioni del produttore.

Utilizzate i colori come volete, ma vi consiglio di "premiscelare" i colori per evitare di doverli mescolare con un frullatore a immersione, che accelera inutilmente il percorso e vi lascia meno tempo per la realizzazione.

Ho mescolato la radice di Indigo e di Madder in acqua distillata calda prelevata dall'acqua pesata, il carbone attivo in olio prelevato dagli oli pesati (oliva). Ho mescolato bene in modo che non ci fossero grumi. L'olio di olivello spinoso non ha bisogno di essere preparato, l'ho versato direttamente dalla bottiglia.

Quando si tratta di oli essenziali (o di fragranze), è necessario rispettare attentamente le dosi massime consentite. Se avete intenzione di combinare gli oli essenziali, vi consiglio di utilizzare uno dei calcolatori disponibili in rete. Ho utilizzato una miscela di oli essenziali che ho calcolato su https://www.eocalc.com.

Che cosa ci serve?

Oli

- Cocco 75

- Olio extravergine d"oliva 10

- Burro di karité 10

- Castore 5

Grasso super 20

Acqua in % del peso dell'olio 30

Rapporto acqua: soda 2,20:1

Per il calcolo, utilizzare sempre la "calcolatrice del sapone". Io uso http://soapcalc.net

Additivi

- Sale dell"Himalaya 26 in peso di olii

- Latte di cocco in polvere

- Seta grezza

- Farina d"avena colloidale (seta d'avena)

- Sodio lattato

- Vitamin E

- Oli essenziali: Menta, Eucalipto, Litsea Cubeba, Rosmarino e Legno di Cedro (Atlas)

Uso https://www.eocalc.com per calcolare l'EO

- Colori: indaco, radice di robbia, olio di olivello spinoso e carbone attivo

Metodo: processo a freddo

Come si fa?

Guardate il video QUI o cliccate sull'immagine qui sotto!

Qualche nota sulla produzione in sé

Questo sapone si indurisce molto rapidamente. In primo luogo, perché c'è un'alta percentuale di olio di cocco e anche perché c'è il sale. È quindi preferibile realizzarlo in stampi singoli, in modo da non doverlo tagliare. In questo caso, non è necessario essere vigili e si può togliere il sapone dagli stampi il giorno successivo. Se decidete di prepararlo in uno stampo grande, dovete letteralmente aspettare che si indurisca. L'operazione può durare un paio d'ore, a seconda della temperatura. Deve essere tagliato il prima possibile (è ancora caldo), altrimenti sarà molto difficile da tagliare e comincerà a sbriciolarsi.

Aggiungere il sale all'ultimo minuto e mescolare bene in modo che non rimanga sul fondo. Una volta aggiunto il sale, il composto inizierà ad addensarsi molto rapidamente, quindi tenetene conto. Non consiglio il design complicato dei colori con questo sapone.

Se utilizzate la seta di Tussah, vi consiglio di tagliarla finemente e di aggiungerla all'acqua non appena l'idrossido di sodio è sciolto, mentre è ancora calda, e di mescolare molto bene per scioglierla.

Se avete domande, saremo lieti di rispondervi.

Rallegratevi dalla realizzazione! :)

Materie prime
<p>Olio di cocco
Olio d'oliva
Latte di cocco in polvere
Articoli
Ci teniamo alla tua privacy

A Ekokoza piacciono i cookie! I cookie ci aiutano a offrire i prodotti giusti, sconti piacevoli e altri ottimi servizi. Basta che ci diate il vostro consenso per utilizzarli!

Modifica le mie scelteConsenti tutto